San Martino
Di AGOSTINI CHANTAL 3⁰
CHI ERA SAN MARTINO
MARTINO PROVENIVA DA SABARIA SICCA (L’ODIERNA SZOMBATHELY),DOVE
NACQUE NEL 316 O 317.
SABARIA ERA UN AVAMPOSTO DELL’IMPERO ROMANO ALLE FRONTIERE CON LA
PANNONIA L’ODIERNA PIANURA UNGHERESE .
IL PADRE TRIBUNO DELLA LEGIONE GLI DIEDE IL NOME DI MARTINUS IN ONORE DI
MARTE,IL DIO DELLA GUERRA .
ANCORA BAMBINO ,MARTINO SI TRASFERI COI GENITORI A PAVIA ,DOVE SUO
PADRE ERA STATO DESTINATO ED IN QUELLA CITTA TRASCORSE L’INFANZIA .
A QUINDICI ANNI IN QUANTO FIGLIO DI UN MILITARE ,DOVETTE ENTRARE
NELL’ESERCITO COME FIGLIO DI VETERANO FU SUBITO PROMOSSO AL GRADO DI
CIRCTOR E VENNE INVIATO IN GALLIA ,PRESO LA CITTA DI AMIENS
LA LEGGENDA
Era una fredda mattina di novembre. La nebbia
avvolgeva la campagna, il vento spazzava le
strade e la terra era indurita dal gelo. Il
soldato Martino cavalcava avvolto nel suo
pesante mantello e osservava il cielo bianco.
-Fa molto freddo, nevicherà- pensò.
Ad un tratto scorse un mendicante, tutto
lacero e tremante, che gli chiese la carità.
-Pietà di me, signore. Ho freddo e fame.
Martino avrebbe voluto soccorrerlo ma non aveva con sé né
cibo né denaro. Allora ebbe un’idea: prese la sua spada e
divise in due il suo mantello.
-Prendi la metà del mio mantello! Non ho altro da darti.
Il mendicante non sapeva come ringraziarlo; i suoi occhi
erano pieni di lacrime di gratitudine.
Martino proseguì il suo viaggio. Coperto solo da mezzo
mantello, tremava per il freddo.
Ma ecco, il cielo si rischiarò, la nebbia si dissolse e
apparve un fulgido sole autunnale; cominciò a far caldo.
-Che strano- pensò Martino- sembra quasi sia tornata l’estate